fbpx

ENSemble Project

La situazione umanitaria ad inizio 2018 nella regione orientale della Ghouta, ed in particolare a Douma era gravissima: 400.000 persone vivevano sotto bombardamento continuo, con mancanza di viveri, medicinali e beni di prima necessità.

Insieme ad Amaal, in sinergia con United Liberated e la realtà locale di Unified Relief Office, con il supporto di Joy for Children e grazie soprattutto all’impegno dei volontari locali, siamo riusciti a creare un sistema di distribuzione di pasti tra la popolazione assediata. Dopo aver reperito i viveri di base (riso, verdure in scatola e farina), venivano poi cucinati e confezionati in monoporzioni per famiglia, per essere distribuiti all’interno dei rifugi.

I viveri sono stati recuperati dalle campagne circostanti e resi accessibili grazie ad accordi presi con commercianti locali, svincolati dalle milizie, i quali, data la situazione di emergenza, misero a nostra disposizione le loro scorte personali a prezzi favorevoli. Gli attivisti in loco fecero da tramite, garantendo la distribuzione dei pasti in modo efficace, trasparente e quanto più possibile sicuro.

Dopo la deportazione  forzata della maggior parte della popolazione dalla Ghouta orientale, il progetto ENS-emble si è trasferito nell’aprile 2018 nella campagna vicino ad Aleppo Nord, per continuare a sostenere la popolazione sfollata della Ghouta che in quel momento si trovava nei campi profughi allestiti in emergenza dopo le evacuazioni del periodo Pasquale.

 

Ci abbiamo messo un po’ per studiare le varie soluzioni possibili al fine di ottimizzare le risorse che abbiamo a disposizione e per dare la possibilità ai nostri volontari, Moaed Tomah e Firas Abdullah di comprendere la zona dove anch’essi si ritrovavano deportati con le loro famiglie.

Dopo qualche settimane siamo riusciti a partiti con la nuova fase di ENS- emble ALEPPO COUNTRYSIDE, supportati da Relief Office che ha continuato ad affiancarci nelle operazioni di distribuzione delle bread bags. Il progetto ha previsto la distribuzione di una media giornaliera di circa 156 bread bags dove una sola confezione di pane soddisfa il fabbisogno di una famiglia composta da 5 a 7 persone per un totale indicativo di oltre 6000 nuclei famigliari (più di 40.000 persone).

Il progetto si è concluso il 15 giugno 2018 con l’ultima distribuzione avvenuta durante l’ultima santa settimana di Ramadan arrivando a consegnare 6254 bread bags tra Paphelion, Quatmeh, Kafer Janne e Afrin.

165

FAMIGLIE CHE HANNO RICEVUTO PASTI COMPLETI A DOUMA

22

GIORNI NEI SOTTERRANEI DI DOUMA (GHOUTA EST)

6254

CONFEZIONI DI PANE DISTRIBUITE NELLA CAMPAGNA A NORD DI ALEPPO

31

GIORNI A PAPHELION, QUATMEH E KAFER JANNE, NELLA CAMPAGNA A NORD DI ALEPPO

QUESTO PROGETTO È

SVILUPPATO DA:

IN COLLABORAZIONE CON: