fbpx

Jacaranda

La Jacaranda (parola di lingua Guaranì) è un albero dai fiori blu originario dell’America meridionale ma diffuso in tutti i continenti; è adattabile, resistente, inconfondibile nella sua diversità. Hayat l’ha scelto come simbolo di un percorso di intercultura che intende favorire l’incontro tra persone, lingue, letterature ed esperienze attraverso l’educazione alla lettura e la promozione della cultura.

Un percorso per contrastare attivamente il razzismo e le discriminazioni

Jacaranda è un percorso per contrastare attivamente il razzismo e le discriminazioni. Vogliamo infatti favorire l’incontro tra persone, lingue, letterature ed esperienze attraverso l’educazione alla lettura e la promozione della cultura, in collaborazione con il Patto per la Lettura di Bologna. 

In particolare, Jacaranda si articola in tre attività:

Jacaranda Libri | Un gruppo di lettura online aperto a tutti e tutte, per confrontarsi su libri che ci parlano di migrazioni, differenze, decolonialità, identità. 

 

Jacaranda Radio | Tra un appuntamento del GdL e l’altro alcuni partecipanti potranno realizzare due podcast insieme a Radio CAP, intervistando i traduttori dei due libri affrontati.

 

Jacaranda Insieme | Una mini-rassegna interculturale di due giorni, dove i lettori e le lettrici, la cittadinanza, gli operatori e le operatrici culturali potranno incontrarsi e approfondire i temi del progetto > Sabato 18 e Domenica 19 dicembre, in presenza a Bologna.

La rassegna include un incontro del gruppo di lettura, la presentazione di due raccolte di poeti marocchini (insieme alla traduttrice), un concerto di musica mediterranea, uno spettacolo di burattini e un laboratorio di sartoria per famiglie.

Jacaranda è un percorso che rientra nell’ambito del progetto “Stand Up for Victims Rights: proposte culturali per il contrasto alle discriminazioni”. Realizzato da Cospe onlus insieme a Bangherang APS e al Comune di Castelnuovo Rangone, con il contributo di Regione Emilia-Romagna.

SVILUPPATO DA:

ALL'INTERNO DI: