fbpx

Mediazione Condomini | Uno spazio di comunità

Hayat collabora con Antoniano ONLUS nello sviluppo di attività di mediazione interculturale e facilitazione delle relazioni con il vicinato a favore degli utenti del progetto di accoglienza SAI di Antoniano, con l’obiettivo di promuovere la coesione sociale sui territori partendo dal contesto abitativo.

Il progetto, che si inserisce nei percorsi di accoglienza e inclusione con persone di origine straniera, nasce dall’idea che  l’inserimento e la costruzione di reti sul territorio per i nuovi cittadini può essere un processo delicato e non sempre immediato, che inizia dalle relazioni con il vicinato.  L’obiettivo è quindi quello di costruire comunità lavorando con utenti e vicini sulla costruzione di una relazione positiva e collaborativa vista come risorsa e interesse comune, all’interno del microcontesto condominiale inteso come spazio di comunità  e primo  presidio prezioso in termini di coesione sociale. 

Costruire comunità lavorando con utenti e vicini sulla costruzione di una relazione positiva e collaborativa

Con questo fine è nata la collaborazione tra Hayat e gli operatori di Antoniano Onlus in affiancamento alle famiglie ospiti degli appartamenti, con un ruolo rafforzativo nel percorso di sostegno e sviluppo delle risorse personali, di autonomia, responsabilizzazione e socializzazione dei beneficiari e di facilitazione delle relazioni tra gli stessi inquilini, il vicinato, i proprietari e gli amministratori. 

Il ruolo di mediatore si sostanzia in varie azioni, che si sviluppano e si modificano sulla base dell’analisi del contesto e dei bisogni: 

  • mediare e supportare gli utenti nella risoluzione di  eventuali conflitti tra gli ospiti dello stesso appartamento o tra questi e i vicini, promuovendo il dialogo e la comprensione reciproca
  • sensibilizzare e supportare i beneficiari nell’organizzazione e gestione degli ambienti e strumenti domestici e degli spazi condominiali comuni
  • favorire l’incontro e la conoscenza reciproca tra gli utenti  e i vicini attraverso organizzazione di momenti di incontro e di scambio
  • costruire un percorso di accompagnamento e conoscenza del territorio in collaborazione con gli operatori per favorire il rafforzamento della rete sociale per questi nuovi cittadini, partendo dal vicinato, le associazioni, i servizi privati e gli enti pubblici.

Abitare è un concetto che non riguarda solo la dimensione domestica, ma che ha a che fare con le relazioni che siamo in grado di costruire con le persone nella nostra comunità. È un concetto che si definisce passando attraverso le ragnatele di significati che ogni giorno intessiamo con i nostri vicini” (Staid, 2021). Per questo interveniamo con l’ascolto attivo e il dialogo, ascoltando i bisogni e costruendo insieme agli utenti e i loro vicini delle soluzioni creative e leggere, facendo da ponte per favorire la partecipazione attiva alla vita di condominio,  il confronto e la conoscenza reciproca che a  volte passa semplicemente da un primo saluto sulle scale che diventa poi una chiacchiera sul pianerottolo, costruendo dai piccoli gesti quella  fiducia diffusa che sta alla base dello sviluppo del capitale sociale delle nostre comunità.